sabato 29 gennaio 2011

Rudolph & Hipster, Bad Attitude craft beer - Svizzera

Arrivano in periodo di festività, come un vero e proprio regalo!

Le birre di Bad Attitude, svizzere solo geograficamente, mi hanno sempre incuriosito per il loro marketing aggressivo, il look accattivante e la giovane verve che sul web e nell'ambiente non passano inosservati.
Mi sono proposto umilmente per la loro originalissima Tasting room virtuale proponendomi con questo blog, e qualche semplice pensiero da novello degustatore patentato provo a darlo.


Ho voluto assaggiarle insieme ai miei amici birrofili Paolo, Sergio e Francesco, un pò per condividere le sensazioni ma anche come pretesto per vedersi e parlare di birra, ovviamente. E dunque le bottiglie dal frigo vanno in tavola, il calore dal camino all'ambiente.




La prima birra tra le due che ho assaggiato è stata Rudolph. Mi ha stupito non riuscire a leggere lo stile di riferimento sull'etichetta, e da un lato mi ha mandato in crisi ma dall'altro mi ha fatto capire che, in effetti, ci si dovrebbe concentrare sul flavour piuttosto che farsi influenzare da ciò. Ad ogni modo, l'indicazione è di winter warmer, e di riscaldare di sicuro lo fa. La sua schiuma è persistente, le bolle grossolane invitano a bere subito, ma è meglio studiarla...L'ambra colora la birra e ne riflette tonalità ramate, tra la viscosità poco marcata e l'intensità che già si sprigiona dal calice. Al naso floreale e speziatura dettano il carattere di questa dolce esalazione, e si fa strada l'immagine di luppoli di carattere, decisamente forti ed inebrianti.
Sorseggiando la frizzantezza spinge all'esaltazione del flavour già annusato, grazie all'esilità del corpo e ad una lieve astringenza piacevole. Partono sensazioni resinose ed oleose da luppolo e pian piano tutto si riconduce ad un amaro che sfuma lungo alla fine. Questo medio sbilanciamento a me piace particolarmente (69 IBU non sono neppure molti), anche perchè l'armonia sensoriale raggiunta in precedenza con luppoli, spezie e abbondanti 8°alcolici ha sufficiente tempo e modo per esprimersi e dire la sua...non si può mica filosofare in eterno, no?!


Stemperando la bocca con acqua e qualche stuzzichino, si passa alla seconda proposta di Bad Attitude. E' Hipster, enigmaticamente etichettata Pilsner wine da cui sinceramente non so cosa aspettarmi (si vede molto che ci tengo alla classificazione in stili?...dite di sì?). Mi aspettavo di vedere almeno qualcosa come ale da qualche parte.
Un cappello di schiuma grossolana quasi avorio protegge in bicchiere l'oro carico del suo colore, mentre una leggera velatura ricopre ancora di mistero le sue qualità organolettiche.
La breve e fugace presenza del suo odore accenna a fiori d'arancio, agrumato ed un leggero coriandolo, mentre un probabile luppolo da dry hopping tinge di fresco le sue note all'olfatto.
Bevendola le caratteristiche di frizzantezza e freschezza sono evidenti, insieme ad un percorso sensoriale accomodante e non turbolento, tale da renderla forse più docile rispetto a Rudolph.
Olii da luppolo qui smorzano meglio e prima l'amaro, e residui di lievito tendono ad arrotondare meglio le spigolosità. La bocca resta più asciutta e pulita, e l'equilibrio può dirsi decisamente buono, ben ipnotizzato dai 7.6° di alcool.



Bad Attitude ha sfornato due ottimi prodotti, sobri ma malandrini, ed in bottiglie da 33 cl credo non hanno difficoltà a proporsi neppure a semplici curiosi attratti dallo stile sbarazzino e indie, parte integrante del manifesto del microbirrificio.

Spero di trovare presto (magari in qualche beershop del Sud) altre loro produzioni!!!
Intanto, grazie a Bad Attitude!
Cheers.

4 commenti:

  1. bella recensione e belle (oltre che buone) birre. Spero in altre serate così piacevoli, magari la prossima volta portiamo anch un sacro tarallo ad accomodare il tutto! :D hellyeah!

    RispondiElimina
  2. Bene, grazie!
    E allora si replicherà!
    Teniamoci in contatto così vediamo per giovedì o venerdì!
    Alla salute!

    RispondiElimina
  3. Sergio:
    Decisamente buone,condivido!
    Ottima la compagnia ...mancavano in effetti taralli (e non solo)! :D

    A presto....

    RispondiElimina
  4. Signori, Bad Attitude ha riportato le recensioni di tutti i blogger della Tasting Room, comprese le sensazioni dei nostri assaggi!

    http://badattitudebeer.blogspot.com/2011/02/la-tasting-room-primo-giro.html?showComment=1297440066101#c8725886143686668529

    Probabilmente ci sarà un'altra tasting room per noi! :D
    Alla salute!

    RispondiElimina