giovedì 26 gennaio 2012

Homebrewing dalla Capitale: una serata con la Honey Po(r)t da Andrea "amolabirra"

Più di un mese fa avevo visto l'annuncio di un concorso lanciato dall'amico Andrea, admin ed animatore del forum www.amolabirra.com. Si trattava semplicemente di partecipare ad una "pesca" in cui era messa in palio una sua birra fatta in casa. Scegliere un numero e sperare fosse il primo estratto sulla ruota di Roma del 27 dicembre 2011. Niente di più semplice. A tempo perso, scelgo il numero 57 chiudendo gli occhi e digitando a caso sulla tastiera.
Succede che, paradossalmente, non solo il mio numero era effettivamente uscito in quell'estrazione del lotto (mi sono morso e rimorso le mani per non aver giocato qualche euro, ma non gioco mai per cui era abbastanza imprevedibile tutto ciò). Non solo becco un numero, ma è anche il primo estratto. In pratica, avevo vinto io quella bottiglia!
Semplice fortuna, ma di quelle dee bendate davvero con due o tre bende sugli occhi.
Andrea mi comunica la vincita:
"Primo estratto sulla ruota di Roma è il 57!
Si aggiudica una bella bottiglia da 75cl. di Honey Po(r)t il buon Angelo Ruggiero, "in arte" jarrett, di berebirra!!!!!!" 
e prontamente mi invia a sue spese molto molto gentilmente la sua birra.

Si chiama Honey Po(r)t, e capisco si tratta di una birra con l'utilizzo di miele.
Causa trasporto, la tengo a riposare per una decina di giorni. Sarebbe stato un peccato non averle dato il giusto tempo per riprendersi dallo sbattimento da Roma a Bari.

E ieri, complice una serata di calma serafica senza troppi impicci, decido finalmente di stapparmela e godermela.
Il colore è molto scuro, mogano, ma limpido. Capisco si tratta di una base porter, ed i malti  in etichetta dicono Maris Otter, Crystal, Special B e Chocolate. Una schiuma compatta, a grana fine, sovrasta il bicchiere. Gli odori che cominciano ad uscire danno di lievitoso molto floreale, dato da un mix di luppoli Cascade-Magnum con il miele. Sicuramente incuriosisce.
Il gusto è sicuramente intenso, il corpo esile.
In bocca comincia dolce e maltata, virando verso un maltato floreale ed anche erbaceo, lievemente acidulo presumibilmente per la presenza del Maris Otter. Va giù gradevolmente e con una bella combinazione caramelloso-resinoso, con una impronta del chocolate poco avvertibile. Combinazione che poi ritorna in bocca per un finale che tende a dare un amaro soffice ed uniforme.
Emergono a fine beva belle sensazioni delicate, date sicuramente dal miele o da ciò che ne è rimasto dopo la sua stessa trasformazione in alcool. Sento sicuramente un agrumato di arancia candita, cedro candito. Mi rendo conto mi servirebbe proprio un panettone per accompagnarla, il profilo è quello. L'uva passa e note passite anche loro compaiono.

Sinceramente non ho molta esperienza con birre al miele, per cui me la aspettavo più secca, ma partendo da una base di porter questo era difficile accadesse.
Quel Magnum credo abbia fatto bene il suo lavoro, legando col suo amaro il chocolate e con il suo aroma il miele ed il Cascade, che in dosi maggiori credo non avrei apprezzato. Il Cascade, forse, si fa vedere più nell'aroma, ma neppure tanto, si nasconde.
Insomma...dopo aver provato a cenarci insieme, mi sono accorto che dovevo semplicemente bermela sul divano mentre mi guardavo qualcosa in tv. A temperatura 13-14°, devo dire, non ho sentito nessun grosso problema gustativo, per cui una birra fatta bene. E a quella temperatura credo vada bevuta.
Ovviamente, pronto ad essere corretto o smentito da Andrea stesso...
Il suo grado alcolico un po' si sente, ma fino alla fine la bottiglia da 75cl è andata via. Meglio finirla subito che rischiare di guastarla provando a conservarla per il giorno dopo, non lo faccio mai.

Oltre a ringraziare Andrea e la mia inconsueta fortuna, è stata una bella esperienza provare a conoscere qualcuno ed il suo modo di brassare direttamente attraverso la sua birra.
Iniziativa generosa, poi, che gli fa onore e che ne mette in evidenzia la passione e la disponibilità.
Ancora grazie ad Andrea, ed in bocca al lupo per amolabirra.com.

Spero di ricambiare, un giorno, con qualche birra stappata e bevuta dal vivo.

Cheers

2 commenti:

  1. Bellissimo report Angelo!
    Grazie mille! A questo punto ti aspetto nella capitale per un paio di birre insieme :)

    RispondiElimina
  2. Dai, spero di fare un salto nei prossimi mesi a Roma. Sicuramente si farà in modo di beccarsi! ;)

    RispondiElimina