sabato 19 maggio 2012

Breaking news: anche Schigi nella ricca giuria del Concorso Homebrewers di Tribirra 2012

Importanti aggiornamenti giungono in questi giorni riguardo il concorso di homebrewing che si svolgerà in occasione del festival birrario Tribirra, in programma nel mese di agosto 2012.

Le novità non sono tanto nel regolamento (la scadenza della consegna è sempre il 10 agosto), bensì nella giuria.
Questo è l'elenco dettagliato di tutti i giurati:


Donato Di Palma – birraio Birrificio Birranova, consigliere Unionbirrai
Nicola “Nix” Grande – birraio Siebter Himmel
Luigi “Schigi” D’Amelio – birraio Extraomnes
Trentino Domenico Iorfida – birraio Cerevisia Vetus, ass. Birrai Ciociari
Giuseppe Barretta – degustatore e giornalista enogastronomico
Marco GiannassoUnionbirrai beer taster, giudice Birra dell’Anno
Luca Celoria – beer taster, ass. Malti da Legare
Francesco Donato – beer taster, consigliere MoBI, ass. Beer Emotion
Michele Benedetto - appassionato di birre, ass. Luppulia
Francesco Recchia – ristoratore “Il piatto Fumante” (Castellana Grotte), sommelier
Giuseppe Fato – ristoratore “Infermento” (Polignano a Mare), sommelier
Mariachiara Minoia – sommelier, appassionata di birre
Luigi Napoli - sommelier, appassionato di birre
Laura Minoia – enologa, appassionata di birre

Mi piacerebbe soffermarmi su alcune considerazioni.

Innanzitutto è cosa buona la presenza della neonata associazione di cultura birraria Luppulia, che giocando in casa ha subito trovato unanime consenso nell'appoggiare il concorso e nell'essere inserita dall'organizzazione sia nel concorso che come presenza nel festival. Luppulia ha scelto di essere rappresentata da Michele Benedetto, grandissimo appassionato con cui ho modo spesso di discutere di birre e scambiare opinioni, che ha accolto l'invito accettando di essere in giuria, evitando di far rinunciare alcuni homebrewer a presentare le proprie birre al concorso. Michele sicuramente farà valere il nome di Luppulia data la sua grande preparazione, non solo sensoriale ma anche storico-culturale, sugli stili e sulle interpretazioni birrarie.



In secondo luogo è molto interessante trovare anche le altre associazioni meridionali, rappresentate dai loro presidenti credo per la prima volta tutti assieme. Lo dico da membro e presidente di Luppulia: è un onore poter trovare un'occasione buona per conoscere Birrai Ciociari, Malti da Legare e ritrovare Beer Emotion.
Chissà che non sia l'inizio di qualcosa di ancora più importante.

Ultimo ma non per ultimo c'è da sottolineare il grande numero di giurati birrai. Oltre al padrone di casa Donato Di Palma, non passa affatto inosservata la presenza di Schigi e Nicola "Nix" Grande. Nessuno dei due ha bisogno di presentazioni e c'è da dire che è un bel colpo per l'organizzazione (Manila Benedetto) essersi assicurati la presenza di questi nomi. E' un ritorno per entrambi a Tribirra, lo scorso anno erano qui come semplici visitatori. D'altronde Nicola è proprio di casa in questi luoghi.


Senza nulla togliere a tutti i nomi presenti, ma direi che con Schigi il valore del giudizio finale si alza notevolmente ed affianca l'autorevolezza del giudice di Birra dell'anno Marco Giannasso.
Sarà sicuramente un piacere ricevere giudizi (positivi o meno) sulle birre presentate.
Semmai ci fosse bisogno di ricordarmelo, questo mi spinge ulteriormente ad arrivare al concorso con birre ben studiate e ben fermentate. Ci sono giudici provenienti da nord, centro e sud...non tutti i concorsi se lo possono permettere!
Personalmente ho declinato l'invito ad essere presente anch'io proprio per questo. Tra homebrewing e degustazione è più forte di me...scelgo la prima strada.

Manca poco meno di tre mesi all'appuntamento.
Meglio continuare a prepararsi...

Cheers!


5 commenti:

  1. Ringrazio "Luppulia" e Manila per la fiducia e per avermi offerto l'opportunità di far parte di una giuria così qualificata.
    Rivolgerò alle birre in concorso tutta l'attenzione che meritano e, nei limiti delle mie capacità e delle mie conoscenze, mi lascerò guidare da quella piacevolissima sensazione di meraviglia che si prova allorquando i nostri sensi, grazie al lavoro svolto da misteriosi e complessi processi chimici, vengono inondati da aromi e sapori che soltanto una birra artigianale di qualità può regalare.
    Da questa esperienza ci sarà comunque tanto da imparare.
    Mi pare che i buoni maestri non manchino...

    Michele

    RispondiElimina
  2. Sarà una bella avventura per tutti! E sicuramente un altro momento importante per la birra in Puglia!

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di esserci!
    A presto!

    Luca

    RispondiElimina