lunedì 25 febbraio 2013

Birra dell'anno 2013: risultati e commenti

E' stata battuta da tutti i siti di birra. E' stata un po' lunga la premiazione dal vivo a Rimini, però si sentiva una certa emozione vagare per il padiglione e la folla era davvero calda.
Ecco le classifiche comunque, e dopo qualche mia considerazione:

1) Chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, “Italian Lager”
BAV Birrificio Artigianale Veneziano  - Pilsner
Soràlamà - Slurp
Birrificio Lariano - La Grigna

2) Chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, “Italian Golden Ale”
Bad Attitude - Kurt
MOA My Own Ale - MOA 12Plato
Birranova - Linfa

3) Chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, “Italian Kolsch”
Birrificio Artigianale Desmond - Desmond Badaben
Croce di Malto - Hauria
Agribirrificio Luppolajo - Bucolica

4) Ambrate e scure, alta e bassa fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione tedesca
Birrone - Scubi
Statalenove - Miss Kartola
Birrificio Estense - Munich B.E.

5) Bassa fermentazione, alto grado alcolico, d’ispirazione tedesca
La Birra di Meni - Siriviela
Statalenove - J and B
Bronzo non assegnato

6) Ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione anglosassone
BAV Birrificio Artigianale Veneziano - Bitter
La Piazza - Rinascimentale
Birrificio Emiliano - Rimasta di Farro

7) Chiare e ambrate, alta fermentazione, basso – medio grado alcolico, luppolate, d’ispirazione angloamericana
Birrificio Indipendente Elav - Indie Ale
Manerba Brewery - Route 66
Piccolo Birrificio Clandestino - Riappala

8) Chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, d’ispirazione angloamericana
Birrificio Gambolò - Nowhere
Birra Amiata - Contessa
Birrificio Menaresta - 22 La Verguenza

9) Scure, alta fermentazione, luppolate, d’ispirazione angloamericana
Birrificio Menaresta - 2 di picche
Argento e bronzo non assegnati

10) Alta fermentazione, alto grado alcolico, d’ispirazione angloamericana
Birranova - Negramara extra
Birrificio Lungo Sorso - Nessie
Statalenove - Shamrock

11) Scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione angloamericana
Birrificio Endorama - Milkyman
Birrificio del Forte - 2 Cilindri
Birrificio Geco - Pecora Nera

12) Scure, alta e bassa fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana
Birrificio Geco - Barabba
Birrificio Civale - Imperiosa
Birrificio del Ducato - Verdi Imperial Stout

13) Alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana
Birrificio F.lli Trami - Streif 2012
Birrificio Baladin - Xyauyù Barrel
Birrificio del Ducato - L’Ultima Luna

14) Birre con frumento maltato, di ispirazione tedesca
BiRen - Charlotte
Birra Eretica - Eclisse
Birrificio Italiano -VùDù
Argento a pari merito, bronzo non assegnato

15) Chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione belga
Brùton - Bianca
Rolio Beer - Bianca Castion
Birrificio Math - La 68

16) Chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga
Rolio Beer - Easy Girl
Brùton - Stoner
Birrificio del Forte - La Mancina

17) Scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga
Birrificio Baladin - Leon Baladin
Giratempopub - Yule
Birrificio Un Terzo - Canderium

18) Spezie e cereali, alta e bassa fermentazione
Statalenove - Kristal
Birrificio del Ducato - Sally Brown Baracco
Birrificio Menaresta - Flora Sambuco

19) Affumicate, alta e bassa fermentazione
Birrificio Lambrate - Ghisa
Birrificio del Ducato - Wedding Rauch
Statalenove - Preda
Argento non assegnato, bronzo a pari merito

20) Affinate in legno, alta e bassa fermentazione
Birrificio Baladin - Lune
Birrificio Baladin - Terre
La Gastaldia - Petra

21) Birre alla frutta, alta e bassa fermentazione
Birrificio Via Priula - Rosa!
Birra del Borgo - Rubus
Birrificio Italiano - Cassissona

22) Birre alla castagna, alta e bassa fermentazione
Birrificio San Michele - Norma
La Birra di Meni - Pitruc
Bronzo non assegnato

23) Birre acide
Birrificio del Ducato - La Luna Rossa
Birrificio Italiano - BRQ SC#3
Birrone - Lola

24) Birre al Miele
Birrificio Lungo Sorso - Fatale
Birrificio Civale - Punto di Fuga
Doppio Malto Brewing Company - Little

Birrificio dell’anno 2013
Birrificio Baladin


I punti su cui riflettere, a mio parere, sono questi: sorprese, birre speciali, centro-nord e qualità concorso.



Sorpese
Quasi tutti durante la premiazione battevano le mani (me compreso) senza aver capito di che regione fosse il birrificio taldeitali, da quanti anni esistesse e che diavolo di birre ha prodotto per vincere svariati premi.
Mi riferisco ai casi di Rolio Beer, Eretica, Gambolò, BAV, MOA, Luppolajo ecc...
Non so se pensare che il livello delle concorrenti fosse più basso del previsto o se effettivamente in quelle bottiglie stappate per il concorso ci fossero davvero grandi birre.
Mi stupisco comunque, può anche essere che il livello di chi apre nuovi birrifici sia già sufficiente a garantire premi. Però fa davvero effetto.

Birre Speciali
Qualcuno dei birrifici più storici ha beccato premi in settori in cui la concorrenza è sicuramente minore ma dove evidentemente il tasso tecnico richiesto è maggiore. Parlo dei piazzamenti di Baladin, Borgo, Lambrate e Italiano.
Fanno quasi gruppo a sè, andandosi a ritagliare un segmento che è difficile sia occupato da qualcuno dei 600 birrifici presenti in Italia, se non da loro che hanno esperienza e capacità da anni.
Fa sicuramente piacere. Che poi il premio birrificio dell'anno sia assegnato considerando queste categorie alla pari delle categorie di birre più "quotidiane", non tanto lo riesco a comprendere.
Ma la matematica è quella, non può tenere conto dei giudizi soggettivi.

Centro-Nord
Come già calcolato da Alberto Laschi Alex Liberati su inbirrerya, siamo a:
20 premi Lombardia
15 premi Piemonte
12 Premi Emilia
8 premi Toscana
2 premi Puglia
La situazione è abbastanza chiara, non c'è bisogno di dire altro.
Bisogna sempre capire chi ha partecipato e chi ha disertato, con quali e quante birre.
Però sono un po' stufo di salvare quelli che non si vogliono misurare con gli altri, i birrai che se ne stanno rintanati nelle loro torri d'avorio decretandosi "i meglio del continente" a prescindere.
Bisogna pure lodare chi crede nel movimento e chi sposa la causa.
Il sud è assente, peggio per chi si è fatto da parte. Non ci guadagna nulla e magari si spera di mandare avanti il cavallo migliore per poi salire sul carro dei vincitori.
Il provincialismo non crollerà mai, anche se aboliranno le province e le regioni un giorno...

Qualità concorso
Non sono nessuno per moralizzare o giudicare, ma una pulce nell'orecchio la voglio mettere.
Ho assaggiato birre che, in realtà, non meritavano l'assaggio ma non solo a detta mia o dei miei compagni di viaggio. Qualche malumore già lo si legge e lo si avverte.
Il punto è che queste birre hanno anche vinto.
Allora mi chiedo come si concilia questo aspetto di servire birra non eccellente alla fiera e poi fare cotte super-perfette per il concorso. Questa credo sia una delle caratteristiche di cui soffre questo concorso: la non oggettività delle birre in gara rispetto alla produzione standard annuale.
Se quel premio andrà ad influenzare me consumatore fino al prossimo febbraio, non mi sembra sensata la gara secca che questo concorso rappresenta. Si è detto e si dirà mille volte, ma credo realmente il metodo IBF con le bottiglie prelevate "ad insaputa" da beer shop e spacci durante tutto l'anno sia decisamente più oggettivo. Ovviamente è un altro concorso e non si arriverà mai a quel punto, però...mi sento un pochino tradito dal metodo.

Considerazioni fiume, condivisibili o meno...spazio a chiunque per replicare o condividere.

Cheers!

9 commenti:

  1. Due osservazioni sull'elenco dei premi divisi per regioni che hai riportato:
    1) Non è completo, giusto?
    2) Chi scrive su In Birrerya è Alberto Laschi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sia completo l'elenco per regioni, mi sono fidato...probabilmente manca qualcosa e sono solo i dati salienti.

      Sì, Alberto Laschi, certo.
      Lapsus, mi sono fatto influenzare dall' "altra" notizia del giorno.

      Elimina
  2. Risposte
    1. E' il birrificio noto per quella storia della Finanza, no?
      Mi sembra ti sei espresso qualche volta su loro, positivamente se non erro.

      Elimina
  3. sì è lui, è un ragazzo che lavora bene e con competenza, hb di lungo corso, se son rose fioriranno e già pare siano sbocciate

    RispondiElimina
  4. Considerazioni quasi totalmente condivisibili.

    Solo una affermazione mi risulta poco chiare: metodo IBF, di ce si tratta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao BitterTaste.
      Mi riferisco a questo passaggio del regolamento dello scorso CIBA, concorso organizzato da IBF.

      "Sono state degustate circa 1.100 birre alla cieca nel 2011 per selezionare le 48 finaliste che sono state degustate dalla giuria l’8 marzo 2012. Le birre sono state acquistate direttamente da ADB in modo da valutare il prodotto così come viene immesso nel mercato, all’insaputa dei birrifici."

      Elimina
    2. In merito al cosi detto concorso CIBA le mie perplessità sono molte, è infatti in termini teorici una buona metodologia, purtroppo la trasparenza è assai poca: non si conoscono i collaboratori ma trapelano solo i risultati finali comunicati in maniera piuttosto mediocre.

      Elimina
    3. Sono d'accordo con te sulle perplessità che esprimevi.
      Nella sostanza mi riferivo solo alla metodologia di prelievo delle birre "ad insaputa", non all'intero concorso CIBA che considero alla stregua degli altri concorsi, con propri pregi e difetti.

      Elimina