giovedì 5 dicembre 2013

Nuove birre pugliesi da I Peuceti, Birranova, B94, BirrApulia e Decimoprimo

I birrifici pugliesi si sono dati appuntamento per questo mese di dicembre per uscire con qualche altro prodotto nuovo. Le informazioni, come sempre, si trovano quasi sempre solo spulciando in rete, per cui quello che scrivo in questo post è un semplice sunto si quanto sta per sbarcare sui nostri banconi.

Parto dal Birrificio I Peuceti, con sede produttiva a Bitonto, che dopo la birra d'esordio Cattedrale (golden ale) e la successiva Baresana (belgian ale), propone come terza creatura la Levante. Si tratta di una birra ispirata alle American IPA di 7,5%alc., che nella descrizione proposta dal birrificio si preannuncia con "accentuato aroma di luppolo con sentori floreali, fruttati e agrumati supportato delicatamente dal gusto del malto caramello. Corpo medio, moderata carbonatazione con un gradevole finale secco."
Sempre molto bella l'etichetta, c'è da ammetterlo.

Altra novità è l'ormai consueta birra natalizia di Birranova. Quest'anno Donato Di Palma si è concentrato ancora una volta su una birra molto alcolica a cui ha fatto seguire l'azione del legno. La birra si chiama Tensione Evolutiva ed è imbottigliata in due versioni: nella prima ha subito un passaggio in barrique di rovere (stesso schema de La Fine del mondo, analoga birra dello scorso inverno) rigenerate dopo aver ospitato diversi passaggi di vini rossi, mentre nella seconda la birra ha avuto una maturazione in botti di whisky (se la memoria non mi inganna, per la precisione di tratta di bourbon, quindi di origine americana). Avendo assaggiato mesi fa qualche sorso di queste birre, mi viene facile sbilanciarmi ed anticipare il mio giudizio molto positivo nei confronti soprattutto della versione in botti di whisky, che con un'ulteriore maturazione si sarà ulteriormente "evoluta", appunto.


A questo giro va giù pesante anche il birrificio B94, che molto raramente immette sul mercato nuovi prodotti, ma quando lo fa è quasi sempre frutto di un attento studio e di rifinitura. Come preannunciato nei mesi passati, il birraio Raffaele Longo sta per aggiungere alle birre della sua gamma un barley wine. Il suo nome è Classe 1943 e si evince dalla pagina Facebook di Beer Emotion. Non ci sono altre informazioni a riguardo, ma personalmente mi fa molto piacere ritrovare qualche novità da parte di uno dei migliori birrifici pugliesi per costanza e ricerca della qualità.

Ulteriore novità è quella di BirrApulia, micro di Ostuni guidato dal birraio appulo-bavarese Oliver Harbeck.
Si tratta della sua terza creatura, e dopo la Lager e la Doppio Malto, dai fermentatori stavolta è venuta fuori la Birra Weizen. Ovviamente siamo al cospetto di una classica birra in stile bavarian weizen da 5%alc., stile apparentemente scontato ma tutt'altro che banale, che tra l'altro ha tenuto impegnato Oliver in questi mesi per il perfezionamento della ricetta.

Ultimissima novità, in ordine di tempo e di info fino ad ora reperibili, è la birra natalizia di Decimoprimo. Si chiama Merry Vanilla ed è una birra di 7,5%alc, brassata seguendo la famiglia delle stout. Non si capisce precisamente a quale stile si riferisca, ma presumibilmente sarà una "winter warmer" (perciò una sorta di natalizia secondo usi e tradizioni britannici) sul genere imperial o sweet.
Anche qui, c'è da attendere qualche altra info e la prova bicchiere per poterne dire di più.

Arriveranno sicuramente altre novità a breve, intanto questi sono gli ultimi colpi dei birrifici.
A questo punto vedremo di assaggiare quanto prima queste birre, magari già da domani ad Eataly, dove avrà inizio La Puglia In Fermento - edizione natalizia e con questi ed altri birrifici, con qualche beer firm.

Cheers!

Nessun commento:

Posta un commento